Labbra e rossetto


Disintegrazioni

Entro nella stanza e lei è seduta, pochi metri più avanti, appena prima degli scaffali e della finestra, e basta uno sguardo per capire che è troppo distante, che ogni passo è enorme e che io e lei dobbiamo stare vicini da sfiorarci e ancora non è abbastanza. Allora vado avanti, vuoto di parole ma ondeggiante nelle sue sfumature, e lei mi osserva e dice ti aspettavo, dove eri finito?

I miei occhi cadono sulla forma gentile del suo viso, sui capelli lunghi e scuri che scivolano d’incanto e su un sorriso accennato che è come una carezza. Ha le spalle nude e penso che vorrei baciarle, come ogni parte di lei. E le arrivo di fronte, mi riempio di parole e le dico che non vorrei essere in nessun posto, da nessuna parte su questa terra se non lì, con lei, in quella stanza, in quel pomeriggio senza calcoli…

View original post 508 altre parole

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...