Giacciono sulla sabbia quei corpi ormai stanchi


Giacciono sulla sabbia quei corpi ormai stanchi.

Sembrano degli stracci usati e poi buttati lì.

Dormono, riposano, si rilassano sotto il sole ormai rovente.

Adesso tocca a lui, adesso sarà il sole a scaldare quella spiaggia, sarà il pubblico a sporcare la sabbia, sarà il mare a cancellare i residui dell’amore.

Adesso le urla dei bambini, il vociare della gente prenderanno il sopravvento.

Riempiranno quel posto che è stato magico, eterno e silenzioso.

Nessuno saprà di calpestare i nostri umori, nessuno saprà di bagnarsi con l’acqua intrisa di noi.

Nessuno saprà che quel vento è gia stato nostro, quel cielo ci ha visti, quelle onde ci han sentiti.

Nessuno saprà che quella spiaggia non c’è più.

(A. P.)

Annunci

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...