Parlaci dell’amore


Oggi, che era il giorno di San Valentino, i miei discepoli mi guardarono e dissero: “Sommo, parlaci dell’amore.”

Così abbassai gli occhi verso di loro e li gratificai dicendo: “Quando l’amore vi chiama, seguitelo. Anche se le sue vie sono dure e scoscese. E quando le sue ali vi avvolgeranno, affidatevi a lui. Anche se la sua lama, nascosta tra le piume, vi può ferire. E quando vi parla, abbiate fede in lui, anche se la sua voce può distruggere i vostri sogni come il vento del nord devasta il giardino.”

Continuai poi con altre belle stronzate finché i loro occhi non furono colmi di lacrime.

Il mio discorso si era concluso, ma senza soddisfare pienamente i loro animi ancora provati da sete di conforto e saggezza.

“Sommo,” osò dire uno degli uomini davanti a me, con lo sguardo rivolto altrove per il timore del mio rimprovero. “Sono stato con una ragazza mentre frequentava l’università. Durante tutti questi anni sono rimasto con lei, l’ho sostenuta e difesa. Per lei ho portato il peso del nostro amore. Ma ora che si è laureata, invece di sposarmi, come mi aspettavo, mi ha lasciato per un altro, dicendo che io le ricordavo gli anni più bui e difficili della sua vita.”

Non volli regalargli subito la mia risposta. Aspettai che si consumasse un’attesa sufficiente per arricchire il momento del suo proprio sollievo. Dissi infine, in tono solenne: “Non dare all’amore la colpa dell’amore.”

Questo incoraggiò altri discepoli e uno di loro pronunziò le seguenti parole: “Sommo, mia moglie si è stancata di me e mi ha cacciato di casa. Ora devo pagare il mutuo della casa, le spese dei figli, gli alimenti e per giunta adesso mi tocca vivere in un appartamento in condivisione con altri padri separati. Sono rimasto in braghe di tela.”

Io lo ersi di fronte a tutti come esempio d’amore. “Tu sei fortunato perché, grazie a te, tua moglie ora conosce il senso del vero amore.”

“Grazie, Sommo,” rispose il discepolo. Le sue parole erano bagnate del suo stesso pianto.

Ci fu poi un altro uomo che volle farsi avanti. La sua anima era densa come l’acqua di fiume che giunge al mare. Altri discepoli lo bastonavano e lo ferivano perché giudicavano inferiori i suoi sentimenti e indegna la sua persona innanzi alla mia, tuttavia io li perdonai perché essi ancora non si intendevano del vero amore.

“Sommo, io sono molto infelice perché sono molto innamorato di una donna che non ne vuole sapere di me.”

“Ci sono alcune cose molto dure nella vita, fra quelle che riguardano l’amore,” sentenziai, “ma se il tuo amore è vero ed equilibrato, queste cose hanno in sé anche ciò che serve per superarle.”

Io giudicai sufficienti le mie parole e decisi di ritirarmi per trovare pace nel silenzio della mia solitudine.

Se essi non avessero saputo da soli incamminarsi verso la via dell’amore, l’amore avrebbe costruito per loro una via per giungere fino a lui. Questa consapevolezza io leggevo nei loro occhi e nei fui felice, ma ciò non bastava per nascondere ancora del turbamento che giaceva nei loro cuori.

Allora volli essere misericordioso e gli dettai il mio pensiero finale sull’amore: “Dopo il trascorrere del tempo, comune è il rimpianto nella vita, che sia con o senza amore, ma ricordatevi che dannoso è per la vita cercare l’amore per bisogno di qualcuno. Solo lo spirito indipendente può trovare il vero amore e la vera indipendenza è quella che solo alla fine ci fa capire di aver avuto bisogno di noi.”

Annunci

9 pensieri su “Parlaci dell’amore

  1. “La sua anima era densa come l’acqua di fiume che giunge al mare.”
    Poesia. Non ho altro da aggiungere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...